Blog

BLOG

La rivoluzione vocale e il nuovo panorama tecnologico

Usare la voce non è mai stato così produttivo. Google Voice Search è stato lanciato nel 2012, ma soltanto negli ultimi 12-18 mesi è stato davvero preso in considerazione dai potenziali fruitori.

Con l’introduzione degli assistenti vocali, come accade ad esempio con Google Home e Alexa di Amazon, comandare i dispositivi per mezzo della voce è divenuto un aspetto cruciale del mercato tecnologico.

La progressiva crescita di funzionalità come queste ha cambiato drasticamente le dinamiche SEO. Ora più che mai diventa fondamentale pensare ad aspetti come l’ottimizzazione per dispositivi mobili, il ranking dei risultati in primo piano e PageSpeed. Prima dell’avvento di Google c’erano diversi modi in cui cercare risposte ed informazioni, oggi invece ci troviamo a vivere in un contesto totalmente rivoluzionato. La ricerca delle parole chiave si sta trasformando: sono più lunghe, più colloquiali e fanno emergere la volontà dell’utente in un modo mai visto prima.

Grandi occasioni per piccole realtà

Chi cerca qualcosa sul web trova contenuti con estrema facilità, quando e come vuole: è sufficiente avere accesso a un PC, uno smartphone, uno smartwatch o altri dispositivi. Con l’uso di voice search, cercare e scoprire nuovi brand, trovare soluzioni ai nostri problemi o acquistare prodotti è diventato ancora più semplice e immediato. Basti pensare che più di un quinto degli adulti nel Regno Unito usa questa funzione varie volte al giorno.

C’è da notare, inoltre, che il 22% dei fruitori di voice search cerca informazioni relative ad attività commerciali locali. Si apre dunque uno scenario del tutto nuovo e assolutamente vantaggioso per i piccoli e medi imprenditori, che in passato mai avrebbero potuto sperare di vedere la loro attività tra i principali risultati di ricerca di Google. Basterà usare nel modo corretto siti di comparazione e Google My Business per rendere la propria attività visibile online da chi digita determinate parole chiave.

Fidarsi non è solo bene, è anche meglio

Sarà interessante vedere come la tecnologia si adatterà nei prossimi anni alla ricerca vocale. Secondo alcuni dati, nel 2022 il 90% delle automobili saranno dotate di riconoscimento vocale e le tv le seguiranno a ruota. Il panorama hi-tech in generale è destinato a cambiare notevolmente e l’avvento di queste nuove tecnologie è un’occasione troppo grande per non essere colta.

Uno dei fattori che potrebbero rallentare la diffusione delle funzionalità citate sopra è la fiducia. L’uomo per natura tende a dubitare del prossimo e, in questo caso, della tecnologia: il timore che Google Home o simili possano minare l’intimità delle mura domestiche è alta. Serve confidare nel fatto che le informazioni raccolte dagli assistenti vocali non arrivino a terzi. I dati archiviati dagli smartphone o dai computer, del resto, non sono più al sicuro di quelli carpiti dagli assistenti vocali.

Tra i settori in cui è più difficile sradicare la diffidenza nei confronti degli assistenti vocali ci sono l’industria finanziaria e quella assicurativa, storicamente poco affini all’evoluzione tecnologica. La speranza è quella di riuscire a far comprendere al maggior numero di realtà possibile le potenzialità di queste rivoluzionarie funzioni. Le keywords cercate tramite comando vocale permettono di ottenere risultati più dettagliati e specifici: possono infatti essere molto più lunghe rispetto a quelle utilizzate fino a oggi. Insomma, di fronte a una rivoluzione è fisiologico che ci siano resistenze, ma quando si tratta di innovazione tecnologica, la comodità e la convenienza che essa porta con sé finiscono spesso per abbattere ogni diffidenza.

CONDIVIDI ARTICOLO

Share on facebook
Share on twitter
Share on linkedin
Share on whatsapp

STAY IN TOUCH

Scrivici sui social, chiamaci al telefono, ma soprattutto vienici a trovare. Abbiamo caffè e tante idee.

CONTATTI

  • Via Cassano D'Adda 27/1
    20139 Milano
  • (+39) 02 3707 1487
  • info@dnagency.it

© Copyright 2019 - DN Agency S.r.l.

P.IVA 10439190967 - R.E.A. MI-2531462 - Capitale Sociale € 10.000 i.v.